Preparazione invernale squadra sprint

Dopo il successo di febbraio 2022, il CCM ha riproposto l’attività per l’anno 2023. Dal 2 al 5 gennaio 2023, alcuni atleti della squadra hanno messo gli sci ai piedi e iniziato a percorrere chilometri di pista lungo la val Pusteria. I primi giorni abbiamo iniziato con la tecnica classica e poi siamo passati allo skating scivolando da discese e salite. Ringraziamo molto Iris, la maestra di sci, che ci ha permesso di svolgere l’attività in piena sicurezza.

www.lanz-active.com/it

Una epifania diversa dal solito

La Befana quest’anno è arrivata in dragone! Siamo partiti questa mattina presto dalla nostra sede per portare dolci e carbone ai bambini. Vestiti da Befane abbiamo percorso circa 15 km tra i canali di Murano e di Venezia portando un po’ di allegria a chi incontravamo. È stata un esperienza che non dimenticheremo facilmente.

41° PREMIO CITTA’ DI MESTRE PER LO SPORT

Il 21 Novembre 2022 alle ore 18.00, la Commissione del Premio città di Mestre – Club Panathlon – ha premiato per la categoria “LO SPORT PER LA VITA” all’Auditorium del Museo M9, due Atleti Paraolimpionici del Canoa Club Mestre: Elisa Renier e Marco Zemello.

Agli Atleti e al loro Allenatore Diego Dogà i nostri complimenti per il risultato raggiunto.

23 Km Montiron-Lio Piccolo-S.Ariano-Cura-Santa Cristina

Noi del Canoa Club Mestre A.S.D non stiamo mai fermi, anche oggi ci siamo goduti a pieno questa bellissima ed indimenticabile giornata di sole autunnale. Abbiamo percorso circa 23 km partendo dal Montiron fino ad arrivare a Lio Piccolo, passando per le Isole di Sant’Ariano, della Cura e di Santa Cristina. Un mare calmo e cristallino da ammirare, il volo dei fenicotteri e dei cormorani ad accompagnarci. Alla prossima avventura!!!


Festa Gruppo Velocità e Amatoriale

Grande successo domenica 02 Ottobre 2022 per la festa organizzata dal settore velocità e amatoriale del Canoa Club Mestre. Questo evento ha visto uniti sotto lo stesso gazebo i più giovani e i più esperti pagaiatori dell’associazione. Grazie a tutti!

Scivolando sulla neve

Quattro giornate di sci da fondo hanno caratterizzato l’ultima tappa del più ampio progetto multidisciplinare ideato dal Comitato regionale “Alla scoperta della canoa Veneta” cui il Canoa Club Mestre ha aderito fin dallo scorso settembre.

Dopo le esperienze in canoa polo (Rovigo), slalom (Valstagna) e discesa (Pescantina) i nostri ragazzi, insieme ai loro coetanei appartenenti ad altre due società venete hanno condiviso diverse sessioni di allenamento sugli sci da fondo seguiti dai maestri della scuola Azzurra (https://www.azzurra-ski.com/it/) presso il Centro Fondo di Dobbiaco (http://www.nordicarena-toblach.it/it/sci-fondo/sci-fondo/).

Questa iniziativa multisport, originale ed unica nel suo genere, oltre a favorire la collaborazione tra tecnici di varie società, ha dato la possibilità ai ragazzi di ampliare le proprie conoscenze sportive e simultaneamente accrescere le loro competenze tecnico motorie in un’esperienza inter-societaria.

Di seguito potete leggere le loro impressioni.

“Da sabato 26 febbraio a martedì 1° marzo, durante le vacanze di carnevale, noi atleti del CCM siamo partiti per Dobbiaco e ci siamo cimentati nello sci di fondo. Un’esperienza, organizzata dal comitato veneto della FICK, che ci ha portati sugli sci nelle fantastiche valli delle Dolomiti.

Durante questi quattro giorni a Dobbiaco abbiamo avuto la possibilità di imparare, insieme a dei maestri professionisti, le basi dello sci di fondo che ci hanno consentito, già al secondo giorno, di fare il giro dello spettacolare Lago di Dobbiaco e, nei giorni successivi, di sciare su piste sempre più difficili. In questa esperienza sono venuti insieme a noi anche i ragazzi del Gruppo Canoe Polesine di Rovigo e della Canottieri Querini con cui abbiamo condiviso sia i momenti sulle piste che quelli nell’ostello che ci ha ospitato.

Siamo stati molto contenti di aver partecipato a questa esperienza che ci ha fatto conoscere, anche facendoci divertire, un nuovo sport che la maggior parte di noi non aveva mai praticato prima, ma anche di creare nuove amicizie con ragazzi di altre società”. 

Testo: Andrea, Gregorio e Guido